Villa dei Mercanti

w-logo-white

CIR: 078048-BBF-00024

Tempo di lettura: 4 minuti

Giornaliste e giornalisti di Stampa Estera e Italiana alla scoperta della cultura, della storia, dell’enogastronomia, dei borghi della Riviera dei Cedri e della Valle del Lao.

Paolo insieme a Mauro e Franco del Consorzio Operatori Turistici Diamante & Riviera dei Cedri organizzatore del Press Tour

Una imponente operazione di marketing turistico che si è rivelata una straordinaria occasione per fare nuove conoscenze e amicizie. Incredibile ma vero: si può sintetizzare così il Press Tour 2022 Calabria – Riviera dei Cedri organizzato dal Consorzio Operatori Turistici Diamante & Riviera dei Cedri in collaborazione con il GAL Riviera dei Cedri e finanziato con il contributo della misura di cooperazione 16.3.1 del Pal ETROG Riviera dei Cedri – PSR Regione Calabria 2014/2020.

Foto di gruppo nelle cedriere della Riviera dei Cedri - Foto di Katia Grosso

Paolo, il proprietario del B&B Villa dei Mercanti, struttura consorziata, è stato presente in varie tappe del tour con la sua simpatia e la sua professionalità ma soprattutto la profonda conoscenza di un territorio fra i più belli della Calabria e delle sue tradizioni che particolare interesse hanno suscitato nei giornalisti intervenuti.

Alla scoperta dei Murales di Diamante - Foto di Katia Grosso

Primo giorno, alla scoperta della Grotta del Romito, un insediamento risalente al Paleolitico Superiore fra i più antichi d’Europa. Ha una rilevanza storica e antropoligca straordinaria. I reperti più importanti ritrovati al suo interno si trovano nel vicino Antiquarium.

Non solo archeologia: nel borgo di Papasidero si trovano tracce della cultura bizantina che ha profondamente influenzato quest terrtori.

Immersi nella storia della Grotta del Romito - Papasidero
Graffito del bos primigenius a Papasidero

Dal fiume Lao all’Argentino, la verdeggiante Riserva Naturale nel cuore del Parco Nazionale del Pollino offre uno spettacolo di cascate, fiumi, vette scoscese e dolci pianure

La Calabria non è terra di solo mare, ha una montagna tutta da scoprire e il borgo di Orsomarso è l’ideale per ammirarne tutte le sue meraviglie. 

Orsomarso incastonato fra i monti del Parco del Pollino

Secondo giorno alla scoperta di un altro insediamento archeologico: l’antica Cerillae. Sprofondati nel giallo dei fili d’erba arsi dal sole, fra i resti del Castello e della Chiesa di San Nicola Magno, ecco scorgere il profilo dell’isola di Cirella immersa nel blu del mare, in un panorama mozzafiato.

È il professore Francesco Errico narra la storia dell’antico Borgo e del Monastero dei Minimi che si può visitare lì nei pressi. 

Ammirando il panorama dai Ruderi di Cirella - Foto di Katia Grosso

A Buonvicino sono i giorni della festa Patronale di San Ciriaco, Monaco Basiliano che visse e operò in questi territori.

Qui giornaliste e giornalisti di ogni Paese si sono lasciati trascinare dal ritmo delle danze folkloristiche, dalle tarantelle, dalla fisarmonica. Ma anche dagli strumenti a corda, la lira calabrese, la chitarra battente, suonati magistralmente dal cantastorie Biagio Accardi che ha proposto il suo spettacolo “Cunto e Canto”.

Buonvicino ci ha offerto la possibilità di tuffarci in una Storia recente: quella degli antichi mestieri la cui tradizione è custodita all’interno del MAGB – Museo Arti Gusto Buonvicino.

Riscoprendo degli antichi mestieri al Museo Arti Gusto Buonvicino

L’ultimo giorno, a San Nicola Arcella, l’emozione di tagliare i flutti a bordo di una imbarcazione ecologica, ad energia solare, silenziosa e pulita: Elettra Hybrid Boat, ideata da Francesca Galiano e Luca Grosso e nata dalla riconversione di un peschereccio.

A bordo di Elettra si passa al largo della magnificenza dell’Arco Magno per fare tappa a Isola Dino per un tuffo nelle acque limpide e cristalline del Tirreno, abbracciando con lo sguardo le tre Regioni che affacciano sul Golfo di Policastro mentre alcuni impavidi volavano in deltapiano sopra le nostre teste.

L'imbarcazione ibrida Elettra Hybrid Boat - San Nicola Arcella
Arco Magno - San Nicola Arcella

Tutti coi nasi all’insù fra i vicoli di Diamante, la città dei Murales. Accompagnati da una guida d’eccezione, l’artista diamantese Antonino Perrotta, fra storici murales e moderne opere di street art.

Prima della ripartenza, il tempo di una sosta per conoscere l’Oro Verde della Riviera: il Cedro. Dal museo ad esso dedicato, a Santa Maria del Cedro, fino a tuffarsi nell’inebrainte profumo dell’agrume coltivato nelle cedriere della Riviera dei Cedri.

Cedro Liscio Diamante

L’idea alla base del Press Tour era quella di far vivere questo territorio attraverso i cinque sensi.

I profumi, i sapori, il calore, la bellezza dei panorami, l’allegro sottofondo della natura è ciò che si respira in ogni articolo realizzato dalle giornaliste e dai giornalisti che vi hanno preso parte.

Di seguito la raccolta di ogni articolo, finora pubblicato, dedicato alla Riviera dei Cedri.

Condividi il post su

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on email